mercoledì 28 novembre 2012

L’intelligenza dei bambini

Riportiamo un breve ma interessante punto di vista sull’intelligenza dei vecchi e dei bambini, sempre tratto da uno dei libri della scuola di Alice:

Secondo il filosofo indiano Rajneesh i bambini sono fortunati, perché non hanno ancora la mente degli adulti. Quindi, sono più intelligenti. Per questo motivo possono imparare facilmente. Non si trascinano dietro il peso del passato. Per tale ragione si muovono continuamente, cercano, si meravigliano e apprezzano qualsiasi cosa ed esperienza. A volte danno risposte molto più belle ed originali degli anziani. Dice Rajneesh: “I vecchi hanno sempre la mente pronta a rispondere per loro. E’ come se avessero un biocomputer al loro servizio, la macchina del passato e della memoria”. Rajneesh conclude molto pessimisticamente la sua analisi “Più si diventa vecchi, più si diventa stupidi”.

Noi del Progetto Alice, dicono Luigina De Biasi e Valentino Giacomin, vorremmo contribuire a fermare quel processo degenerativo che sembra irreversibile nella diagnosi di Ranjeesh, aiutando i bambini a restare nel presente, lontano dalla mente che fa morire la gioia di vivere.

La percezione di tutti gli ospiti di questa scuola, noi compresi, è che ci riescano!

La miglior terapia per le nostre emozioni negative:
 impariamo a perdonare e a lasciar correre...

Nessun commento:

Posta un commento