lunedì 29 aprile 2013

I costi dell’Australia


Di seguito sono indicati costi da noi sostenuti per percorrere in un mese i 7.200 km che dividono Sidney da Darwin: 5.600 fatti noleggiando un camper per 21 giorni con altri due nostri amici, il resto percorso in autostop.

Dormire, mangiare e spostarsi, bisogni essenziali per qualsiasi viaggiatore (e non solo) in Australia sono particolarmente costosi. Destreggiarsi tra i prezzi e cercare di spendere il meno possibile diventa inevitabilmente una parte del viaggio: bisogna fare la spesa al supermercato, controllare i prodotti in offerta, cercare l’albergo meno costoso, l’autobus più economico, ecc., ecc... Alcune cose costano più dell’Italia, altre meno. Ad occhio una settimana a Sidney costa quanto una settimana a Roma, volo a parte. (Cambio: 1€ = 1,2 A$)
 
Noi per un mese, compresi i 21 giorni in camper, abbiamo speso 1200 euro a testa, cioè 40 euro di media al giorno. Voli esclusi. Come termine di paragone possiamo dire che questa cifra è esattamente il doppio di quanto speso mediamente al giorno nei paesi del sud dell'Asia che abbiamo visitato: India, Birmania, Laos, Thailandia e Malesia.

Nei giorni di camper la spesa giornaliera, tenendo conto del noleggio, è stata praticamente la stessa dei giorni in cui siamo stati in albergo, sempre 40 euro al giorno, a testa. Bisogna comunque considerare il fatto che dopo aver consegnato il camper ci siamo mossi in autostop, se avessimo preso l’autobus per i 1500 km da Alice Spring a Darwin avremmo speso almeno 200 euro ciascuno.

Un posto letto nella camerata di in ostello è la sistemazione meno costosa, dai 20A$ ai 30A$, poi vengono le camere doppie con bagno in comune, dai 60A$ agli 80A$, infine le camere doppie con bagno, dai 100A$ in su, raramente la colazione è compresa nel prezzo. Tutti gli ostelli e molti alberghi hanno una cucina comune dove è possibile farsi da mangiare, un ottimo posto per condividere le esperienze e conoscere altri viaggiatori. Contrariamente a quello che pensavamo le camere che abbiamo trovato ci sono costate meno nella dispendiosa Sidney (dove abbiamo prenotato una doppia in ostello a 60A$ attraverso www.hostelworld.com/it ) che nell’entroterra e a Darwin, dove abbiamo pagato 75A$.

Per mangiare fuori spendendo poco ci sono i kebab, oppure i fish and chips, partendo da un minimo di 12A$ – 15A$. Anche i McDonald’s sono costosi, a parte le patatine e il “fantastico” gelato espresso da 30 cent di A$, nelle gelaterie si pagano almeno 5A$ la pallina. Ottimo pure il caffè (e cappuccino) a 1A$ nei  diffusissimi negozi 7eleven, aperti 24 ore, purtroppo si deve bere in piedi! Nei supermercati dell’economica catena “Coles” non tutti i prodotti costano molto e ce ne sono tanti in offerta. Il tonno, la marmellata, i biscotti e alcuni tipi di frutta costano meno che in Italia, invece l’acqua da bere e la carta igienica costano moltissimo. La spesa totale per farci da mangiare in camper è stata di soli 500A$ (125A$ a testa) per tre settimane, veramente poco visto che ci siamo trattati benissimo con ottime colazioni, pranzi, cene e parecchi dolcetti. Per abbassare i costi dell'acqua compravamo dei contenitori da 10 litri a 4A$. Per sapere dove conviene fare la spesa e per conoscere i costi dei vari prodotti si veda l'articolo: http://www.italiansinfuga.com/2013/04/23/aggiornamento-sul-costo-della-spesa-in-australia/

CAMPER
Noleggiare un camper in Australia è meno costoso che in Italia. Abbiamo pagato 1700 euro (da dividere in 4) per 21 giorni, compresa l’assicurazione e il sovrapprezzo per la consegna in una città diversa. Il tasto dolente è rappresentato dal deposito cauzionale che nel nostro caso è stato di 7.500A$ (con possibilità di addebito su più carte di credito), restituiti totalmente se non vengono riscontrati danni. Per abbassare questa cifra a metà bisognava pagare circa 25A$ in più al giorno, ci sembrava troppo. La nostra compagnia era la Britz (http://www.britz.com/ ), molto diffusa in tutto il continente, almeno la metà dei camper che abbiamo visto in giro aveva il loro marchio.

Altre compagnie che abbiamo interpellato a Sidney, come la www.travelwheels.com.au , con un ufficio lungo la William Street, vicino alla fermata Kings Cross del tram cittadino, chiedevano solo 1.000A$ di deposito cauzionale, ma non permettevano di lasciare il camper ad Alice Spring. Questa compagnia noleggia camper anche per sole due persone a 70$  al giorno e auto con il materasso dietro a 50A$, assicurazione compresa.

Il costo della benzina è inferiore a 1.5A$ al litro lungo la costa meridionale, ma arriva fino a 2,1A$ nel deserto. Visto che il nostro camper ha consumato mediamente 12 litri di benzina per 100km, il costo totale del combustibile per fare i 5.600 km è stato di 1130A$. Le strade non sono generalmente a pagamento, abbiamo pagato solo 3A$ per un tunnel nei pressi di Sideny. Non siamo mai andati a dormire in campeggio perché costavano dai 40A$ ai 70A$ a notte; in diverse zone si trovano delle aree di sosta gratuite con bagni e docce, ma senza energia elettrica. E' comunque molto più bello dormire dove capita.

Oggetti molto utili:
Avere il navigatore è molto comodo, soprattutto per muoversi nelle città del sud, si può noleggiare per 10A$ al giorno. Altro oggetto indispensabile, soprattutto se non si frequentano molto i campeggi dove ci si può allacciare alla linea elettrica, è un inverter che permette di ottenere i 220v di tensione dai 12 v dell’auto. Noi abbiamo comprato nella catena di negozi Reptco il più piccolo disponibile da 150W di potenza, sufficiente per attaccarci anche due computer contemporaneamente, lo abbiamo pagato 52A$. Il terzo oggetto che si è rivelato utilissimo è stato il wi-fi point della compagnia australiana Telstra, un dispositivo dotato di SIM e di 5 Gb di traffico (ma ne bastavano la metà)per un mese, che ci ha permesso di collegarci alla rete anche in posti impensabili in mezzo al deserto e riusciva a gestire fino a 5 wi-fi insieme. E’ un po’ più costoso delle chiavette ma molto più versatile. Noi l’abbiamo trovato in offerta al supermercato a 40A$, invece degli 80A$ dei negozi ufficiali. A detta di tutti la Telstra è la compagnia che copre di più il continente.

AUTOBUS
Anche se non li abbiamo mai presi, gli autobus della greyhound (http://www.greyhound.com.au/ ) sono affidabili e coprono tutto il continente. Non sono proprio economici, ma l'alternativa è l'autostop. Da Sidney a Darwin per esempio, una ragazza ci ha detto di averlo pagato 500A$, con la possibilità di scendere lungo la strada e di riprenderlo qualche giorno dopo (biglietto aperto).

VOLI
I voli per l’Australia costano sempre meno, per volare da Milano a Sidney si può spendere anche meno di 900 euro (a/r). Si provi a giocare con l’ottimo sito: www.skyscanner.it.
I voli interni sono molto economici se comparati agli altri mezzi di trasporto, ma non permettono di vedere il paese on the road.

Il nostro percorso di oltre 7.000 km: in camper da Sidney ad Alice Spring, poi in autostop fino a Darwin
E perché non prendere il mitico Ghan, il treno che percorre 3.000 km nel deserto per collegare Darwin ad Adelaide? Costo dell'offerta:431A$
Australia ed Europa a confronto

1 commento:

  1. I got this web page from my pal who told me on the
    topic of this web site and now this time I am visiting this website and reading very informative articles at
    this time.

    Here is my blog post -

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.